Regione Piemonte

Itinerario n°2

Ultima modifica 1 luglio 2018

Itinerario n°2

Cascina Caruzzo, Rocche Lunghe, Cascina Caffare, collegamento con itinerario 3 e con Rocchetta Palafea. (km 3)

Questo bellissimo itinerario segue più di un chilometro il corso del Rio Rocche Lunghe, nome quanto mai azzeccato. Lasciata l'auto in prossimità di Cascina Caruzzo, s'imbocca un strada sterrata piuttosto umida e a tratti fangosa. Il sentiero si snoda in piano tra una vegetazione molto rigogliosa composta da un sottobosco caratterizzato da grandi equiseti, felci e carici e da alberi quali ontani neri, pioppi, sorbi, farnie, castagni, frassini, alcuni dei quali di notevoli dimensioni. Con un po' di fantasia si potrebbe immaginare un ambiente del Giurassico; il luogo è cosi evocativo che qualcuno potrebbe raccontarvi di aver visto spuntare dal fogliame il testone di un dinosauro. Proseguendo in linea retta, vale la pena osservare con attenzione il rio che corre per un lungo tratto parallelo alla strada e che riserva sempre qualche sorpresa: da curiosi invertebrati acquatici, tra i quali larve di libellula e ditischi, a funghi di ogni foggia e colore come le ramarie cresciute su tronchi caduti in acqua. A circa metri 500 dalla partenza, sulla sinistra, si individua un sentiero che conduce nel bosco, percorso consigliato a chi ha voglia di arrampicarsi su pendii ripidi e a tratti invasi da rovi.
Vinti tutti gli ostacoli, dopo aver attraversato boschetti di noccioli, querce e frassini ed occasionalmente aver visto tracce del passaggio di animali quali volpi, tassi e cinghiali, si arriva in cima al versante. Chi invece decide di non abbandonare il fondovalle, dopo circa metri 700 dalla partenza, deve affrontare un sentiero sempre più incassato tra pareti verticali stratificate di notevole bellezza, che comincia a salire abbandonando il corso del rio.
Nei tratti più ripidi è evidente l'erosione provocata dall'acqua su un terreno spesso incoerente, con ampi canaloni e lingue di terra protese e ripide, trattenute a stento dalle radici degli alberi.Usciti dal bosco e proseguendo ancora dritto per un centinaio di metri, s'incontra una strada asfaltata che conduce a Rocchetta Palafea.
Volendo proseguire in direzione di Rocchetta Palafea a piedi, consigliamo d'imboccare la carrareccia sterrata, ideale continuazione del sentiero precedente. Si tratta di una via che corre tra vigneti e lembi di bosco sulla destra e ripide scarpate sulla sinistra. Prevalentemente pianeggiante, il sentiero comincia a salire moderatamente in prossimità dell'incrocio con la strada asfaltata. Percorsi metri 300 su asfalto, si giunge nei pressi di Cascina Caffare, dove è possibile innestarsi sulla comunale Calamandrana - Rocchetta Palafea. Svoltando a sinistra, dopo aver percorso un tratto panoramico, si raggiunge Rocchetta, mentre, piegando a destra, ci si collega con il percorso successivo di Calamandrana.